Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

Dottore, ho sentito uno "strappo"!

01.10.2019

Dottore, ho sentito uno "strappo"!
Il Dr Gianni Nanni, medico specializzato in Medicina dello Sport e dal 1987 Responsabile Sanitario del Bologna Calcio, ci parla di lesioni muscolari, patologia che non colpisce solo gli atleti professionisti.




Qual è la differenza tra stiramento e lesione muscolare?


Nel caso di uno stiramento o contrattura muscolare non si tratta di una rottura del muscolo.
In questo caso comunque Il muscolo non funziona bene e non permette di performare. Nonostante non ci sia una lesione non bisogna trascurare questo aspetto perché ci possono volere tempi lunghi per il recupero.
La lesione muscolare, che può essere parziale o totale, invece, è una rottura del muscolo vera e propria. In caso di lesione il dolore è trafittivo, se completa, si avverte un avvallamento e a seguire si evidenzia un’ecchimosi a livello della cute ed un ematoma all’interno del muscolo. 


Come capire se si tratta di uno stiramento o una lesione?


Attraverso una visita ed un’
indagine ecografica fatta a 24/48 ore dall’infortunio è possibile diagnosticare il tipo di infortunio e nel caso di lesione muscolare capire l’entità della lesione per pianificare i modi e i tempi di recupero. Prima si inizia il percorso terapeutico e prima si guarisce.


Cosa fare appena si avverte lo strappo?


Bisogna applicare immediatamente del 
ghiaccio ed evitare massaggi e terapie del calore. Il freddo vasocostringe i vasi e riduce il sanguinamento dei tessuti. Effettuare impacchi di ghiaccio da 30 minuti per 3-4 volte, mettere una fascia elastica per contenere l’ematoma, riposo e fare una diagnosi corretta.


Quali sono i tempi di recupero per una lesione muscolare?


Dipende dall’entità della lesione. Possono variare da 10 giorni ai due mesi.



Come sconfiggere l’incubo della recidiva?


Circa il 16% dei pazienti con questa patologia si rifà male nei primi due mesi dalla ripresa dell’attività se non ben curata. Per ridurre il rischio non bisogna avere fretta ma 
rispettare i tempi biologici. Recuperare le caratteristiche del muscolo come la sua elasticità, la forza del muscolo soprattutto eccentrica e, nel caso del paziente sportivo, riprendere i parametri atletici e la riabilitazione sul campo sportivo che permettono di arrivare a riprendere gli allenamenti e le partite con la squadra.





prenota la visita specialistica

Come possiamo aiutarti?
Utilizza il nostro tool interattivo per descriverci la tua patologia ed entrare in contatto con il nostro staff medico.
ISOKINETIC VIDEO
Vedi tutti»
Ascoltare le esperienze degli altri nostri pazienti, vivere le atmosfere dei nostri eventi come il Congresso internazionale e le nostre feste,  ti aiuterà a scoprire un po' di più sul Gruppo Medico Isokinetic

cookie popup text

Chiudi