Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

La ripresa dell’attività sportiva dopo ricostruzione del legamento crociato anteriore: quando sono sicuro?

11.11.2019

La relazione del Dr. Fabrizio Tencone al Congresso nazionale della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia.



All’ultimo congresso della Società Italiana di Ortopedia e Traumatologia, tenutosi a Roma, il Dr. Fabrizio Tencone ha fornito alcune strategie per rispondere alla domanda chiave che ogni sportivo operato al legamento crociato anteriore fa al suo medico: quando sono sicuro di poter rientrare a praticare sport dopo l’intervento?

È sempre necessario conoscere lo sport praticato. Ogni sport ha caratteristiche e tempi di ritorno all’attività peculiari.

Ad esempio, come illustrato dal medico del Barcellona Gil Rodas in un suo intervento al Congresso Isokinetic, in seguito allo stesso tipo di infortunio muscolare i tempi di ritorno allo sport cambiano in base allo sport praticato, dalle 2 settimane per il basket alle 6 settimane per il calcio e alle 9 settimane per l’atletica leggera di velocità.

Numerosi studi scientifici di alto livello e l’esperienza clinica quotidiana dicono con chiarezza che non basta aver recuperato la forza e la forma fisica, bisogna muoversi nel modo più corretto prima di riprendere l’attività sportiva in sicurezza dopo l’infortunio e la ricostruzione del legamento crociato anteriore.

Perciò il Gruppo Isokinetic ha introdotto lo studio del movimento, con il Test di Analisi del Movimento, perché l’allenamento neuromuscolare di cervello e muscoli (training neuromotorio) porta ad acquisire movimenti di alta qualità nella vita quotidiana e nell’attività sportiva, riducendo il rischio di infortunio e di re-infortunio.



Esistono molti punti di vista sui corretti criteri da rispettare per tornare a fare sport: nella letteratura scientifica sono stati descritti addirittura 209 diversi approcci clinici per il ritorno allo sport dopo l’intervento al legamento crociato anteriore.

È importante scegliere il proprio approccio e seguirlo in modo rigoroso, non dimenticando mai il ruolo fondamentale della visita medica e dell’esperienza clinica.




Come possiamo aiutarti?
Utilizza il nostro tool interattivo per descriverci la tua patologia ed entrare in contatto con il nostro staff medico.
ISOKINETIC VIDEO
Vedi tutti»
Ascoltare le esperienze degli altri nostri pazienti, vivere le atmosfere dei nostri eventi come il Congresso internazionale e le nostre feste,  ti aiuterà a scoprire un po' di più sul Gruppo Medico Isokinetic

cookie popup text

Chiudi