Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

Stretching capsulare

È una tecnica che prevede l'allungamento della capsula articolare in tutti i suoi piani ed è utilizzata in particolar modo in presenza di un’articolazione poco utilizzata che quindi perde elasticità fino ad irrigidirsi.

Lo stretching capsulare stimola le ghiandole sinoviali della sinovia a produrre il liquido lubrificante, che facilita lo scorrimento delle superfici articolari.

La capsula articolare inoltre, con l'invecchiamento, è destinata a subire un processo di calcificazione che causa dolore e difficoltà di movimento: grazie a questo particolare stretching è possibile influire sull’azione del tempo, rallentando il processo fisiologico.

L'esecuzione dello stretching capsulare prevede esercizi che tendono a diminuire la pressione intrarticolare e a facilitare la separazione delle superfici articolari.

In ambito rieducativo è molto utilizzato in alcune patologie di spalla che causano una retrazione dolorosa, a carico soprattutto della porzione posteriore della capsula articolare.

In genere lo stretching viene dapprima effettuato passivamente dal rieducatore (stretching assistito): in un secondo momento, il paziente impara ad eseguirlo autonomamente (stretching autoassistito)

Richiedi informazioni 
e/o prenota una visita
Se, invece, volevi contattarci per lavorare con noi, usa questo link

*Ho letto e accetto l' informativa sulla privacy

cookie popup text

Chiudi