Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

Stenosi del canale lombare

Con il termine di “stenosi del canale lombare” si identifica un riduzione del diametro del canale vertebrale con graduale compressione e sofferenza del midollo spinale e delle radici nervose.

Raramente è una caratteristica congenita, più frequentemente è acquisita nel tempo. L’instaturarsi di questa condizione è causa dell’evoluzione di processi degenerativi come fenomeni spondilosici e spondiloartrosici, comparsa di ernie discali, fattori traumatici con fratture vertebrali.

La sintomatologia predominante di questo disturbo è data dai segni neurologici di compromissione midollare variabili sulla base del livello discale con conseguente comparsa lombalgia, lombosciatalgia, lombocruralgia, deficit di sensibilità e riflessi agli arti inferiori, perdita di tono-trofismo muscolare agli arti inferiori, incontinenza sfinteriale, disturbi della sfera sessuale.

Nel sospetto di una stenosi del canale lombare l’esame di scelta è la RMN con cui è possibile valutarne le caratteristiche anatomiche.

Il trattamento di scelta è conservativo nelle forme più lievi in cui si procede ad un trattamento di fisiokinesiterapia mirato e riduzione del peso corporeo.

Nelle forme più gravi è necessario un intervento chirurgico di discectomia, laminectomia, oppure stabilizzazione vertebrale; seguito da un trattamento riabilitativo per il massimo recupero funzionale possibile.

Richiedi informazioni 
e/o prenota una visita
Se, invece, volevi contattarci per lavorare con noi, usa questo link

*Ho letto e accetto l' informativa sulla privacy

cookie popup text

Chiudi