Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

Riabilitazione per frattura del femore

In base alla sede di rottura si riconoscono molteplici tipi di frattura del femore (15 secondo la classificazione di Winquist-Hansen) tra i più comuni quella del collo del femore, della diafisi composta/scomposta/esposta.
La qualità e la durata del trattamento riabilitativo sarà quindi molto varia e dipendente oltre che dalla tipologia di frattura anche da alcune variabili come l’età del paziente, la qualità di vita attesa dal paziente (obiettivo sportivo), il grado di collaborazione (anche come numero di sedute settimanali da dedicare alla ripresa funzionale).

L’obiettivo primario della riabilitazione è quello di autonomizzare il paziente agendo sul tono-trofismo muscolare, sul recupero del ROM e sulle possibilità di carico. Il carico va sempre deciso di concerto con il chirurgo ortopedico che ha trattato la frattura.

Il trattamento rieducativo comprende 5 fasi, il raggiungimento progressivo determinerà il passaggio alla successiva. Nella prima ci si concentrerà sul recupero dell’articolarità attraverso esercizi di auto-mobilizzazione e sul controllo del dolore; successivamente ci si concentrerà sul rinforzo muscolare globale, data la perdita di tono diffusa in seguito all’immobilità: quadricipite (dapprima in catena chiusa e poi in aperta), glutei, abduttori e flessori d’anca, polpaccio, hamstring, muscoli del core; contestualmente si potrà riprendere l’attività aerobica consentita. Dopo aver oggettivamente recuperato la forza, attraverso l’esecuzione del test isocinetico, si deve completare la riabilitazione in campo per recuperare i giusti schemi motori e rieducare al movimento.

Richiedi informazioni 
e/o prenota una visita
Se, invece, volevi contattarci per lavorare con noi, usa questo link

*Ho letto e accetto l' informativa sulla privacy

cookie popup text

Chiudi