Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

Ricostruzione del legamento crociato posteriore (LCP)

La ricostruzione del legamento crociato posteriore (LCP) viene raramente effettuata quando si tratta di lesioni isolate. Più frequentemente viene eseguita perché si ha una lesione di entrambi i crociati o un’associata instabilità esterna.

Spesso l’innesto è ottenuto prelevando i tendini di semitendinoso e gracile.

Dopo l’intervento si utilizza un tutore che limita la flessione del ginocchio.

Le regole base nella riabilitazione post-intervento sono procedere con cautela nel recupero della flessione attiva, evitare contrazioni isolate dei flessori per i primi tre mesi e aspettare almeno un mese prima di concedere la deambulazione libera.
È invece utile da subito potenziare il quadricipite perché è un muscolo agonista del LCP prima con elettrostimolazioni poi con esercizi attivi.

La rieducazione ha una durata media di cinque mesi, alternando palestra, piscina e, quando arriva il momento, campo sportivo.

Richiedi informazioni 
e/o prenota una visita
Se, invece, volevi contattarci per lavorare con noi, usa questo link

*Ho letto e accetto l' informativa sulla privacy

cookie popup text

Chiudi