Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

Chirurgia dei menischi

L'intervento chirurgico al menisco viene eseguito nel caso di una lesione del menisco particolarmente grave o solo dopo il fallimento del trattamento conservativo.
Viene condotta per via artroscopica e consiste fondamentalmente nei seguenti tipi di intervento:

  • meniscectomia selettiva
  • sutura meniscale
  • impianto di scaffold meniscale
  • impianto di menisco da donatore (allograft)


Meniscectomia selettiva
Questo tipo di intervento consiste nell’asportazione del frammento danneggiato e prevede un ricovero brevissimo. I tempi di recupero sono però diversi a seconda che si tratti di una meniscectomia mediale o laterale. La menisectomia laterale infatti richiede più cautela nella riabilitazione post intervento e ritorno allo sport in tempi più lunghi. 

Sutura meniscale
Se le dimensioni e la sede della lesione lo consentono, il chirurgo eseguirà una riparazione del menisco mediante una sutura. Il trattamento riabilitativo sarà decisamente più lungo rispetto ad un semplice intervento di meniscectomia mediale. 

Impianto di scaffold meniscale 
È una tecnica chirurgica che dopo una lunga fase sperimentale, sta diventando sempre più diffusa e porta risultati molto promettenti.
L'impianto di scaffold meniscale consiste nell’introduzione per via artroscopica di una protesi meniscale sintetica in grado di favorire una rigenerazione di tessuto meniscale nuovo ritardando così l’insorgenza dell’artrosi. 

Impianto di menisco da donatore (allograft)
Si tratta della tecnica chirurgica che prevede l’impianto di un menisco ottenuto da un donatore, che viene suturato all’interno del ginocchio del ricevente. Come nel caso dello scaffold meniscale i tempi di integrazione biologica impongono una certa cautela e tempi di recupero molto più lunghi rispetto alla semplice meniscectomia.   

Ogni intervento chirurgico dovrà necessariamente essere seguito da un serio e spesso prolungato ciclo riabilitativo.
Richiedi informazioni 
e/o prenota una visita
Se, invece, volevi contattarci per lavorare con noi, usa questo link

*Ho letto e accetto l' informativa sulla privacy

cookie popup text

Chiudi