Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

Osteosintesi omero-distale

Quando la frattura omero-distale è scomposta o instabile, viene sempre trattata chirurgicamente per ridurre in modo più anatomico possibile i frammenti della frattura.

Per la riduzione e la sintesi della frattura possono essere utilizzati diversi impianti e spesso la scelta viene fatta in base al tipo di frattura e all'esperienza del chirurgo.

Questa chirurgia in genere viene eseguita in anestesia generale.

Durante l'intervento i frammenti della frattura vengono riposizionati secondo la loro anatomia e sintetizzati (fissati) con placche e viti al fine di consentire una rapida mobilizzazione del gomito.

Infatti, se l'intervento è correttamente eseguito e la frattura consente una sintesi stabile il paziente può muovere il gomito già nell'immediato post-operatorio.

Nei pazienti anziani (con età maggiore di 60 anni) fortemente osteoporotici, con basse richieste funzionali, con fratture molto complessa può essere indicata la protesi totale di gomito.

Richiedi informazioni 
e/o prenota una visita
Se, invece, volevi contattarci per lavorare con noi, usa questo link

*Ho letto e accetto l' informativa sulla privacy

cookie popup text

Chiudi