Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK

Epicondilite (Gomito del tennista)

L’epicondilite è una tipica sindrome dolorosa che riconosce nella maggioranza dei casi una patogenesi da sovraccarico e colpisce frequentemente tennisti, golfisti, giocatori di baseball, schermidori.

Inizialmente si avverte dolore solo durante l’attività sportiva, o alla palpazione sull’epicondilo laterale; successivamente la sintomatologia dolorosa si presenta anche a riposo e nella vita di tutti i giorni in semplici gesti quali dare la mano, sollevare una bottiglia o girare una maniglia.

La diagnosi dell'epicondilite è essenzialmente clinica. Il medico durante la visita effettuerà test clinici specifici. Inoltre potrebbe richiedere un’ecografia muscolo tendinea o una risonanza magnetica (RMN).

In caso di epicondilite il trattamento di prima scelta è sempre conservativo. In fase acuta ti verrà consigliato riposo per circa 20 gg dall'attività che si ritiene abbia prodotto la sintomatologia, terapia fisica locale accompagnata da esercizi di stretching e massaggio di scarico. La ripresa graduale dell’attività sportiva potrà avvenire solo dopo rinforzo dei muscoli flessori e della muscolatura della spalla.

In caso di dolore cronico recidivante si possono aggiungere al trattamento anche le onde d’urto.

Il trattamento chirurgico dell'epicondilite è da riservarsi solo ai casi invalidanti delle forme croniche persistenti.
Richiedi informazioni 
e/o prenota una visita
Se, invece, volevi contattarci per lavorare con noi, usa questo link

*Ho letto e accetto l' informativa sulla privacy

cookie popup text

Chiudi