Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy

OK
Congresso 2010

Functional Outcome: Come migliorare il risultato funzionale in traumatologia ortopedica e sportiva

Che cosa significa "Functional Outcome"?

Una definizione precisa di "Functional Oucome" non è semplice da formulare. In accordo con Baumerg et al. si può definire sinteticamente come "il risultato funzionale di un processo di cura". Un cambiamento delle condizioni fisiche del paziente, dal momento della diagnosi a quello della dimissione, che deve essere misurato e confrontato. L'efficacia di questo cambiamento dipende dalla combinazione dei diversi fattori che lo influenzano: le terapie conservative, le soluzioni chirurgiche e le tecniche riabilitative.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2001, con la risoluzione WHA 54.21, ha proposto un modello per descrivere il risultato funzionale dei percorsi di cura e più in generale dello stato di salute e lo ha chiamato International Classification of Functioning, Disability and Health (ICF) stimolando così tutti gli operatori sanitari a raggiungere una qualità di risultati funzionali sempre maggiori che non si limitino a migliorare le condizioni fisiche dei pazienti, ma che puntino a superare le loro limitazioni nella vita sociale.

Come migliorare la qualità delle cure attraverso il concetto di "Functional Outcome"?

Carol Frattali, del National Institute of Health degli Stati Uniti, nella seconda metà degli anni '90 affermava nei suoi studi che ragionare in termini di "risultato atteso misurabile", spingeva le organizzazioni sanitarie ad alzare la soglia di attenzione, migliorando così la qualità delle decisioni terapeutiche. Un approccio simile aumenta la consapevolezza del medico e lo stimola a confrontarsi con la reale efficacia del suo intervento e di quello dei suoi colleghi e collaboratori. Da allora molta strada è stata fatta e ormai schede di valutazione e strumenti di misura sono entrate nella pratica clinica di tanti operatori del nostro settore.

La XIX edizione del Congresso Internazionale di Riabilitazione Sportiva e Traumatologia si propone di promuovere un ampio confronto su questo tema, per verificare quali sono stati gli interventi e le procedure che in quest'ultimo decennio hanno effettivamente permesso di migliorare il risultato funzionale delle più comuni patologie dell'apparato locomotore. Il nostro obiettivo, attraverso sessioni scientifiche, workshop e simposi è prendere parte al dibattito internazionale promosso dall'Organizzazione Mondiale della Sanità su questo stimolante argomento. Ragionare in termini di "Functional Outcome" sposta più in alto le ambizioni delle cure, per offrire ad ogni paziente il massimo recupero funzionale possibile.

cookie popup text

Chiudi